Jumia, la piattaforma per il commercio africana

Per web dal mondo ora tocca ad un giovane ed importante progetto nato in Africa, uno dei protagonisti del commercio online africano è Jumia. Jumia è un ecosistema di compagnie africane che operano nel commercio online, nacque nel 2012 ed è composto da marketplace, siti di booking, siti di annunci, viaggi e noleggi.

Jumia

Il gruppo è presente in 23 paesi africani e ora vanta oltre 3000 dipendenti, con una rete di 500000 venditori, ora è l’attore principale del commercio online in Africa, coprendo il 90% del PIL e circa 3 milioni di clienti.

L’azienda

Jumia fu fondata nel maggio 2012 da Tunde Kehinde e Raphael Afaedor in Nigeria, già fondatori di AIG (Africa Online Group). Si unirono subito Jeremy Hodara e Sacha Poignonnec che divennero supervisori del lancio e l’espansione di tutti i servizi online.

Aziende di Jumia




Jumia Market

Prima del ingresso nel gruppo si chiamava Kaymu e fu il primo ad entrarci, era il 2012. Si tratta di un classico Marketplace basato su un social Online.

Jumia Travel

Dopo il Marketplace si unì al gruppo anche un sito per la prenotazione di Hotel e alberghi dal nome Jovago, anche questo cambiò nome nel 2012, con l’ingresso nel gruppo.

Jumia Food

Nacque come Hellofood, fu uno degli ingressi del 2013 per acquistare e vendere generi alimentari online.

Jumia House

Si tratta di una piattaforma immobiliare nata dalla nodernizzazione di un’azienda già esperta nel settore chiamata Lamudi.

Jumia Cars

Nacque come Carmudi, è la piattaforma per comprare e vendere auto.

Jumia Jobs

Uno dei tre servizi che nacquero insieme al gruppo, con lo scopo di unire domanda e offerta di lavori.

Jumia Deals

Il secondo di tre servizi nativi, la piattaforma di annunci per la online.

Jumia Services

Un servizio per il B2B, ultimo dei servizi nati con il gruppo, dedicati alla logistica.

Web dal mondo

Questo post fa parte di una serie di articoli in cui curioso su piattaforme di altre nazioni.

L'articolo ti è piaciuto e vuoi iscriverti alla newsletter?

Iscriviti alla newsletter

Potrebbero interessarti