Referendum costituzionale, capiamo la proposta con GitHub

Il 4 dicembre 2016 ci ritroveremo a votare per il referendum costituzionale, un voto molto importante e da diverso tempo ci troviamo le bacheche piene di sostenitori delle due parti.

Si tratta di una riforma costituzionale che porterà la modifica della Costituzione della Repubblica Italiana e il referendum del 4 dicembre sarà confermativo. Per un tema così delicato, esiste però un modo per sapere in modo imparziale e con la massima trasparenza, cosa verrà modificato nella nostra costituzione se vincesse il si?

Sfruttiamo lo strumento che utilizzano i programmatori per confrontare due versioni di codice per confrontare la Costituzione e la nuova proposta di Costituzione.

Qualche giorno fa ho trovato un articolo del blog Marcosbox (link) in cui veniva presentato un link di github in cui veniva confrontata la vecchia costituzione con la nuova proposta (la riforma Renzi-Boschi).

Referendum 4 novembre, cosa votare?

Per conoscere i pro e contro di questa riforma, possiamo consultare questo indirizzo: link. Potete trovare un confronto testuale su cosa è cambiato nella costituzione che ci verrà proposta il 4 dicembre.

Poterlo studiare è semplicissimo.

  • in bianco possiamo vedere tutte le parti della costituzione che rimangono invariate;
  • in rosso vediamo tutte le parti presenti nella costituzione che son state eliminate;
  • in verde possiamo vedere le parti aggiunte.

Per verificarne i due testi, qua ci son le due fonti:

  • Costituzione attuale: link;
  • La costituzione proposta al referendum: link.

Riforma Renzi-Boschi, il confronto imparziale con github

Github è una sito utilizzato principalmente da programmatori o da chiunque lavori nel campo dello sviluppo, la funzionalità utilizzata per il confronto dei due testi è la stessa che viene utilizzata per confrontare due versioni di un software.

Se due o più sviluppatori lavorano sullo stesso file e bisogna analizzarne tutte le modifiche questo è lo strumento che viene utilizzato.

Chi dobbiamo ringraziare

La persona che ha realizzato questo confronto si chiama Stefano Zacchiroli, un attivista del Free Software e project leader di Debian (la distribuzione gnu/linux da cui derivano le varie Ubuntu e Mint).

Marco Giannini e il suo blog, che ha subito reso noto a tutti questo strumento.

Meld: un alternativa a Github

Chi volesse provare a confrontare i due testi sul proprio pc, senza lo sfruttamento di piattaforme online, si può utilizzare il software libero meldMeld è rilasciato sotto GPL V2 e viene utilizzato per il confronto tra files o cartelle.

Con questo software:

  • apriamo il più comune blocknotes installato sul vostro computer;
  • creare due files, uno per versione;
  • incolliamo i testi, uno per la costituzione attuale e uno per la costituzione proposta;
  • apriamo meld e sfruttiamo l’opzione “confronto di file“;
  • ora possiamo trovare la stessa schermata generata con github.

Spero che questo articolo vi aiuti e che sia uno dei tanti esempi di “libertà virale“. Buon voto!

L'articolo ti è piaciuto e vuoi iscriverti alla newsletter?

Iscriviti alla newsletter

Potrebbero interessarti