fbpx

Intervista Yolixtly Anderson: Sviluppare in giro per il mondo!

Per “la settimana del Rosadigitale” vi proporrò una serie di interviste. Innauguro questa serie con la sviluppatrice: Yolixtly Anderson.

If you do not speak Italian, skip to the English version.

Yolixtly Anderson

Yolixtly ha un profilo instagram che seguo con tanto piacere, è sviluppatrice specializzata in Backend in NodeJS e lavora sempre in remoto, questo le permette di sviluppare dove preferisce, per questo nelle sue foto possiamo vederla scrivere codice in giro per il mondo.

Ma  ora conosciamo Yolixtly direttamente dalle sue parole.

Sei messicana, ma ora sei in Giappone, è la tua base di Orlando. Quali sono stati i luoghi più importanti per la tua crescita professionale?

Anche se non si parla di codice, la mia laurea al Tec de Monterrey a Toluca, in Messico, ha svolto un ruolo chiave nella mia carriera professionale. Lì mi sono specializzato in affari internazionali e imprenditorialità. Ho acquisito competenze trasversali con particolare attenzione al marketing, alle vendite dirette e alla crescita personale. Il secondo posto più importante è stato Harrisburg, in Pennsylvania. Li è dove ho iniziato con la programmazione e dove ho ottenuto il mio primo lavoro sia in campo aziendale che nel mondo IT.

Tra le tue abilità ci sono diversi linguaggi, ne hai uno di cui sei più affezionato?

Sono specializzato in Javascript e attualmente lavoro con Angular JS, React JS e Node JS. Io personalmente amo il backend. Quindi NodeJS è il mio preferito, le capacità che esso apporta alle applicazioni sono abbastanza divertenti con cui lavorare!

Quando si parla di frontend, discuto su quale tecnologia preferisca, Angular o React? Penso che per ogni progetto / cliente ci sia una soluzione dedicata. Gran parte della mia esperienza è in React JS, ma al momento lavoro intensamente con AngularJS.

Tra i vari framework che citi, molti sono rilasciati con licenze gratuite. Che rapporto hai con il software libero?

Il 100% del mio lavoro è con tecnologie open source. Credo che noi sviluppatori siamo come un grande alveare, lavorando verso un obiettivo comune. Questa è una delle caratteristiche più potenti del rapido sviluppo della tecnologia, sebbene esista una linea sottile per mantenere il software standardizzato ed evitare un disastro completo.

Una cosa che mi ha colpito è il tuo “Remote Lifestyle Working”. Vuoi parlarci di questo?

Per coloro che sono interessati allo stile di vita remoto / freelance, ho un consiglio: NETWORK. Quando ho iniziato a scrivere il codice, il mio obiettivo era quello di avere una carriera freelance / remota per molte ragioni, ma principalmente perché sono sposata con un uomo molto in gamba che li capita di essere un nomade per lavoro. In soli 2 anni di lavoro nel settore IT, sono riuscita ad ottenere il mio posto nel mondo dei freelance, e grazie ad esso, mi piace la flessibilità di lavorare da qualsiasi luogo.

Attualmente, sto completando un’avventura di 5 settimane ad Osaka, in Giappone, con mio marito che ha un lavoro qui. La mia carriera non è stata un percorso rettilineo, ma cerco di imparare dalle opportunità che le sfide portano alla mia vita. Metto l’accento sul collegamento con i colleghi sul campo, ovunque io vada, e persino nel collegarmi con persone che la pensano allo stesso modo attraverso il mio account IG per i social media @andCoding. Non sono un esperto, ma mi alleno ogni giorno per migliorare le mie capacità di networking e fare del mio meglio quando ottengo un lavoro.

Quanto è importante il networking per uno sviluppatore?

Estremamente importante! È stata la pietra miliare della mia carriera da sempre! Quando ti concentri sul networking ti preoccupi di crescere le relazioni professionali sia al lavoro che nei meetup. In questo modo le opportunità lavorative arrivano.

C’è molto più lavoro per gli sviluppatori disponibili e formati. C’è molto lavoro per tutti ma dobbiamo fare il salto e migliorare costantemente le nostre competenze. Il mio consiglio per chi ha paura del networking è; Inizia mostrandoti sorridente, fai ciò che io chiamo “piccoli passi”. Non è facile ma ne vale la pena, e una volta che lo fai una volta o due, ti rendi conto che non è poi così male né difficile dopo tutto!

Contatti di Yolixtly

La settimana del Rosadigitale

Questo articolo è stato per la settimana del Rosadigitale, una settimana dedicata alle pari opportunità nelle STEM.
Per vedere la lista completa, la può trovare qua: link.

Original version (English)

You’re Mexican, but now you’re in Japan, it’s your base in Orlando. What were the most important places for your professional growth?

Although not coding related, my alma matter Tec de Monterrey in Toluca, Mexico has played a key differentiator in my professional career. There I specialized in International Business and Entrepreneurship. I gained soft skills with an emphasis on marketing, direct sales, and personal growth. The second most important place was Harrisburg Pennsylvania. There is where I started coding and where I got my first job both in corporate America and the IT world.

Among your skills there are several frameworks, do you have one of which you are more fond of?

I specialize in Javascript and currently work with Angular JS, React JS library and Node JS. I personally love the backend. So NodeJS is my favorite, the capabilities that it brings to the applications are quite fun to work with! When it comes to the frontend, I debate which technology prefer, angular or react? I think for each project/client, there is a business solution. Most of my experience is in React JS but currently working heavily with AngularJS.

Among the various frameworks that you cite, many are issued with free licenses. What relationship do you have with free software?

100% of my work is with open source technologies. I believe we as developers are like a big hive, working towards a common goal. This is one of the most powerful characteristics of the fast development of technology although there is a fine line into keeping the software standardized and having a complete mess.

One thing that struck me is your “Remote Lifestyle Working”. Do you want to tell us about it?

For those who are interested in the remote/freelance Lifestyle, I have one word of advice: NETWORK. When I first started coding, my goal was to have a freelance/remote career for many reasons but mainly because I am married to a very smart man who happen to be a professional nomad and also because I am very entrepreneurial. In only 2 years of working in the IT field, I’ve managed to get my spot into the freelance world, and thanks to it, I enjoy the flexibility to work from anywhere. Currently, I am wrapping up a 5-week adventure in Osaka, Japan with my husband who has a job assignment here. My career has not been a straight paved path, but I try to learn from the opportunities that challenges bring to my life. I put emphasis on connecting with peers in the field wherever I go, and even connecting with like-minded people through my social media IG account @andCoding . I am not an expert but I train myself every day to improve my networking skills and do my best work when I get a job. This has spoken for me and has brought opportunities to my door.

How important is networking for a developer?

Extremely important! It has been the cornerstone in my career all along! When you focus on networking and truly care to grow professional relationships both at work and in meetups, opportunities come. There is much more work than available and trained developers. I do not subscribe to competing with our peers for a given position. There is plenty for everybody but we need to simply take the leap and work on improving our skills consistently. My advice for those afraid of networking is. Start by showing up and smile, do what I call “baby steps” at a time. It is not easy but it so worth it, and once you do it once or twice, you realize it is not so bad nor difficult after all!

Contact Yolixtly

Instagram contact:

Rosadigitale Week

Non Perdiamoci di vista

Ricevi una mail appena esce un nuovo blog post, Iscriviti alla newsletter

Ti è stato utile questo articolo?

Un programmatore è una creatura che converte caffè/birra in codice.
Se vuoi altri articoli come questo puoi contribuire:



Close