Moodle – Il CMS Open Source per l’insegnamento

Controllando cosa potevo trovare tra i CMS Open Source mi è caduto l’occhio su un vecchio conoscente, Moodle, una piattaforma che avevo utilizzato all’università per alcuni corsi.

moodle

Moodle è l’acronimo per Modular Object-Oriented Dynamic Lerning Environment, è una piattaforma per la gestione di corsi online, come detto prima è Open Source e la licenza associata è la GNU GPL V3.
Tutto il CMS è scritto in PHP, Javascript, CSS e HTML.

Funzionalità per l’insegnamento

Il CMS offre tantissimi servizi sia per gli insegnati, sia per gli studenti.

I servizi che possiamo trovare sono:

  • Forum;
  • Chat;
  • Blog;
  • Wiki;
  • Glossario;
  • Quiz.

Approccio didatico

Per questa parte mi affido completamente alle parole di wikipedia:

L’ideologia costruzionista alla base di Moodle, dalla quale è nato lo statunitense “No Child Left Behind Act of 2011”, è evidenziata da vari aspetti del suo sviluppo, come la possibilità di far inserire e commentare tabelle di dati o wiki agli studenti, o di consegnare e correggere compiti tramite internet. Per il docente è prevista la possibilità di visualizzare tutti i log degli studenti e di visualizzare quali non si sono collegati da più tempo.

Moodle lascia comunque la possibilità all’insegnante di gestire da sé il proprio corso, anche orientandolo al conseguimento dei risultati.

Come installare Moodle

L’installazione di Moodle è molto semplice e molto simile a quello di tutti gli altri CMS, vediamo tutti gli step necessari per installarlo.

  1. Entriamo nel sito di ufficiale e scarichiamo l’ultima versione, nel mio caso la versione 3.2.2;
  2. Scompattiamo lo zip e trasferiamolo nella directory in cui si vuole avere moodle;
  3. Entriamo da Browser nella directory scelta;
  4. Ci troviamo nel pannello per scegliere la lingua, scegliamo e andiamo avanti;
  5. Confermiamo (se non abbiamo esigenze particolari) i percorsi che ci vendono suggeriti;
  6. Scegliamo il tipo di Database;
  7. Inseriamo i dati del nostro DB;
  8. Leggiamo e confermiamo le le note d’uso;
  9. Ora vediamo l’elenco delle librerie necessarie e se è tutto ok, procediamo con “Continua”;
  10. Attendiamo il completamente dell’installazione, potrebbe durare diversi minuti;
  11. Dopo l’installazione a fine pagina comparirà il bottone “Continua”;
  12. Creiamo l’account principale;
  13. Inseriamo le informazioni del nostro corso;
  14. Impostiamo la mail delle email in uscita;
  15. Il nostro moodle è installato.
  16. Dal pannello amministrazione del sito troviamo tutte le opzioni del sito.

L’Open Source dentro Moodle

Un bel CMS Open Source ricco di funzionalità e librerie Open Source, vediamo cosa troviamo dentro.

  • ADOdb (BSD e GNU LGPL): libreria in PHP per aumentare le performance della manutenzione del Database;
  • bennu (GNU GPL V2): un calendario in PHP;
  • Horde (GNU LGPL): client di posta;
  • html2Text (GNU GPL V2): libreria per formattare HTML in testo;
  • htmlpurifier (GNU GPL V2): adatta il testo HTML in modo da renderlo il più conforme possibile ai standard W3c;
  • jQuery (MIT): libreria JavaScript per semplificare la manipolazione degli elementi DOM di pagine HTML;
  • lessphp (Apache V2): Compilatore Less;
  • GeoIP2 (Apache v2): libreria di interfacciamento con le API di GeoIP2;
  • Mustache (MIT): libreria per l’interfacciamento tra il template e i controller della piattaforma;
  • PHPExcel (GNU GPL): strumento per la creazione e manipolazione di fogli di calcolo da php;
  • PHPMailer (GNU LGPL): libreria completa per la creazione e invio di email;
  • scssphp (MIT): insieme di funzioni per la creazione di file CSS tramite variabili;
  • SimplePie (BSD): funzione per la lettura e l’interpretazione di feed.

Potrebbero interessarti