Biografia di Marissa Mayer, da Google a Yahoo

Tra le cose più belle di questo ciclo di articoli per la Settimana del Rosadigitale, è stato quello di curiosare tra tantissime biografie e storie. Chiudo questa serie di articoli con la biografia di Marissa Mayer, ingegnere che nel suo CV possiamo trovare nomi come Yahoo e Google!

Marissa Mayer

La storia di Marissa Mayer

Vediamo le tappe della storia di Marissa Mayer dagli studi ad importantissimi ruoli in grossissime aziende:




  • Nasce nel 1975;
  • Si laurea con lode in sistemi simbolici nel 1993;
  • Si specializza in informatica dalla Stanford University nel 1995;
  • Dal 1995 al 1999 insegna in diverse università;
  • Nel 1999 entra in Google, la prima donna assunta e una dei primi 20 dipendenti, tra i progetti in cui ha lavorato troviamo:
    • Lo sviluppo dell’algoritmo di ricerca;
    • Design dello stile semplice e minimalista di tutta la suite google;
    • Lo sviluppo di Gmail;
    • Responsabile del progetto AdWords;
    • Diventa inoltre consulente dei progetti Ricerca Google, Google Immagini, Google News, Google Maps, Google Libri, Ricerca prodotti Google, Google Toolbar e iGoogle;
  • Nel 2008 entra nella classifica della rivista Fortune delle Donne più potenti al mondo, è stata la più giovane  ad entrarci;
  • Nel 2009 le è stata conferita una laurea honoris causa dall’Illinois Institute of Technology;
  • Nel 2012 lascia il suo lavoro in Google per diventare amministratore delegato di Yahoo;
  • Ha guidato Yahoo el 2013 per acquisire Tumblr in un’acquisizione da $ 1,1 miliardi.

La Settimana del Rosadigitale

La settimana del Rosadigitale è una manifestazione dedicata alle pari opportunità di genere del digitale. Questa manifestazione è stata lanciata da Rosadigitale. Per questa manifestazione ho realizzato una serie di articoli a tema che vanno dalla programmazione, alla scienza, al cinema ai videogiochi.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora non perdiamoci di vista :)

Grazie della visita, spero che gli articoli ti siano piaciuti. Per non perderci di vista ho pensato che una newsletter poteva fare al caso nostro.

Ti aspetto!

Potrebbero interessarti