DuckDuckGo, il motore di ricerca che non traccia

La privacy nelle ricerche online è sempre un argomento delicato, da una parte si possono avere ricerche più dettagliate e precise, dall’altra la mole di dati che vengono salvati per mantenerle tali è enorme. I motori di ricerca più famosi, come Google,  tengono a salvare grosse moli di dati per rendere le proprie ricerche più accurate, ma quello che non tutti sanno è che esistono valide alternative che hanno a cuore la privacy del propri utenti, uno di questi è DuckDuckGo!

DuckDuckGo

Cos’è DuckDuckGo

DuckDuckGo è un motore di ricerca, Open Source, che non salva le informazioni sulle ricerche degli utenti. Questo motore di ricerca fu creato da Gabriel Weinberg e avvenne nel 2008, 11 ani dopo Google.

Il motore di ricerca trova i risultati dal proprio crawler (DuckDuckBot), Yahoo, Search BOSS, Bing e Yandex. Inoltre si basa su siti di crowdsourcing, ovvero siti in cui lo sviluppo è creato dalla comunità, come Wikipedia. Tecnicamente il sito è scritto in Perl e lavora sui server nginx e FreeBSD.

Dati e ricerche, cosa caratterizza DuckDuckGo

Come detto prima, i risultati delle ricerche su DuckDuckGo dipendono da due fonti principali:



  • DuckDuckBot (il proprio crawler);
  • Yahoo, Bing e Yandex.

Oltre questi sfrutta oltre 500 siti di crowdsourcing, tra cui anche Wikipedia.

A cuore di DuckDuckGo, però c’è sempre la privacy, quindi:

  • non memorizza alcun indirizzo IP;
  • non registra informazioni sull’utente;
  • l’utilizzo dei cookie avviene strettamente per le impostazioni;
  • la possibilità di avere ricerche criptate;
  • la possibilità di effettuare ricerche in anonimato tramite Tor e DDG.

SEO su DuckDuckGo

Ormai guide per posizionare ed indicizzare il proprio sito internet sui motori di ricerca più famosi come Google, Yandex o Baidu sono tantissime, cosa che non si può dire per DuckDuckGo.

Se volessimo indicizzare e posizionare un sito internet su DuckDuckGo le linee guida sono ancora poche:



  • Curare il posizionamento su Bing e Yahoo: come detto prima i risultati dipendono anche dal ranking in questi siti, ottimizzando questi due aiuti la ricerca su DuckDuckGo!
  • Essere presenti in siti di crowdsourcing;
  • Non abusare di iFrame;
  • La poca qualità dei link in uscita è uno dei principali fattori di Deranking;

DuckDuckGo è l’Open Source

Dal profilo ufficiale di GitHub vengono condivisi molti dei progetti, vantando una comunità di oltre 170 sviluppatori. La licenza principale del progetto è Apache 2.0, quindi una licenza libera.

Oltre all’intero motore di ricerca possiamo trovare con la stessa licenza anche le due App, per iOS e Android.

Tra i sorgenti pubblicati possiamo trovare tra i “Top languages“:



  • JavaScript;
  • Perl;
  • Python;
  • Css;
  • Html.

Link utili

Per conoscere meglio il progetto vi segnalo:

L'articolo ti è piaciuto e vuoi iscriverti alla newsletter?

Iscriviti alla newsletter

Potrebbero interessarti