Le responsabilità nel web, ora i media siamo noi

Negli ultimi 10 anni l’utilizzo di internet è cresciuto esponenzialmente, probabilmente con una velocità troppo veloce per essere gestita. I mezzi di comunicazione di massa si si son spostati da Giornali, Radio e Televisione ad Internet. Blog, Social Network e Motori di ricerca ormai sono i nostri nuovi canali di comunicazione, ma la realtà è che ormai i media siamo noi. 

I media siamo tutti noi che possiamo scrivere in una bacheca Facebook, che possiamo avere un blog e possiamo condividere le nostre foto, in poche parole siamo tutti noi che creiamo contenuti e li rendiamo fruibili nella rete.

ora i media siamo noi

Timothy John Berners-Lee, uno dei padri del World Wide Web, disse: “Il Web è progettato per essere universale: per includere tutto e tutti” e che “il web ci renderà editori verso il mondo“.




La rete è nata con questa filosofia, la creazione di informazioni e la possibilità di informarsi da tutte le fonti possibili. Nei primi anni di vita del Web sono nati blog, forum, mailing list e siti su ogni tipo di argomento e chiunque voleva informarsi trovava questi siti nei motori di ricerca allora usati (come virgilio ed msn). I forum e le mailing list erano gli unici canali in cui c’era un vero e proprio scambio di oppinioni, regolamentate da delle regole chiamate netiquette.

Ora con la nascita di facebook le dinamiche sono cambiate, i commenti e i post non sono moderati e ogni nostro post o commento ci ha reso editori verso il mondo. Le nostre ricerche, oltre che diminuite si stanno spostando sui social. Ora le informazioni molto spesso ci vengono incontro nella nostra bacheca.

Ok, adesso è ora di capire che i media siamo noi!

Cosa ci appare nella bacheca di Facebook?

Come tutti abbiamo notato nella nostra bacheca Facebook non appaio sempre tutte le notizie. Tantissime notizie dei nostri amici non vengono viste, anche se passiamo dalla modalità “Notizie principali” alla modalità “Più recenti“.




Quindi quali sono i post che ci appaiono nella bacheca?

L’algoritmo di Facebook è stato creato non per mostrarci le notizie che potrebbero piacerci, ma quelle che possono creare un interazione.

Oltre ai post delle persone con cui abbiamo spesso interazioni, ci appariranno in bacheca quindi:

  • Simili a quelli che abbiamo già commentato;
  • Simili a quelli in cui abbiamo messo una reazione;
  • Simili a quelli con cui ci siamo soffermati a leggere.

La verità è che non possiamo basare le nostre oppinioni solo sulla nostra bacheca. Non importa quanto sia autorevoli o serie le fonti di cui leggiamo, troveremo quasi sempre informazioni non imparziali.

I media siamo noi, ora prendiamoci le nostre responsabilità

Questa è una cosa che noi dobbiamo accettare!

Dopo il nostro primo post o primo commento, noi diventiamo editori verso il mondo e dobbiamo riconoscere le nostre responsabilità.



Cosa dobbiamo imparare?

Ogni volta che condividiamo un post, un immagine o un articolo noi stiamo creando informazione e ne siamo responsabili.

Quindi se stai insultando, diffamando o condividendo informazioni false nel Web, lo stai facendo anche nella realtà.

 

Concludo l’articolo condividendo il sito di parole ostili, ne vale sempre la pena leggerlo :)

L'articolo ti è piaciuto e vuoi iscriverti alla newsletter?

Iscriviti alla newsletter

Potrebbero interessarti