Perché ho scelto il linguaggio di programmazione PHP

Il linguaggio di programmazione PHP è uno dei linguaggi di programmazione più usati, nato principalmente per lo sviluppo di applicazione lato server, quindi pagine web dinamiche, ChatBot, Script da riga di comando e tanto altro. In questo articolo volevo parlarvi del perché ho scelto questo linguaggio e del perché continuo ad usarlo.

linguaggio PHP

Partiamo dall’inizio. Il mio primo approccio con la programmazione nasce a scuola, dove tra scuole superiori, università ed un corso di interaction design, ho scoperto in ordine questi linguaggi di programmazione:

  • Turbo Pascal;
  • C++;
  • Java;
  • C;
  • OCaml;
  • C#;
  • PHP.

Il PHP, tra questi, è stato quello che ho conosciuto nelle ore di tirocinio, nel corso di interaction design. Con buone basi di C, è sempre stata la mia materia preferita, mi son ritrovato in poco tempo a modificare o ad adattare plugin per WordPress o PrestaShop.

Da qui ho iniziato a concretizzare l’idea di voler fare il programmatore e il primo approccio con il PHP.

Il linguaggio di programmazione PHP

Il linguaggio PHP è un linguaggio utilizzato nella programmazione lato server. Possiamo trovare piccoli siti web sviluppati con questo linguaggio, ma anche piattaforme molto articolate.

A meno che non si tratti di Script o ChatBot, non troviamo mai il PHP da solo, lo troviamo accompagnato da linguaggi come Html, CSS e JavaScript.

Il PHP, i CMS e i Framework

Si stima che quasi l’80% dei siti web sia realizzato con il linguaggio di programmazione PHP. Questo è dovuto anche dalla nascita di CMS come WordPress e Joomla. Si tratta di strumenti che permettono la realizzazione di siti web partendo da una valida base già pronta. CMS come questi sono spesso rilasciati con licenze libere e vantano comunità molto numerose.

Il termine CMS significa sistema di gestione dei contenuti, ovvero l’interfaccia che rende possibile l’inserimento e la modifica di testi ed immagini in modo più semplice.

WordPress e Joomla sono solo due degli esempi più famosi per fare siti web, ma esistono CMS per commercio online, possiamo fare l’esempio di PrestaShop o Magento, per creare Wiki con DokuWiki, Social Network come WoWonder e tanto altro.

Un sito web a seconda delle funzionalità risulta troppo limitato se realizzato con un CMS. Un alternativa al realizzare un sito da zero o un CMS è l’uso dei Framework. I Framework sono l’insieme di funzioni e strumenti che supportano lo sviluppatore nella realizzazione del suo progetto, alcuni dei più famosi sono: Symfony, CodeIgniter, Yii zend e tanti altri.

La variabile “Software Libero”

Una cosa, che secondo me è molto importante, da buon Open Source Evangelist, è l’aspetto del Software Libero. Prima ho citato DokuWiki, WordPress, PrestaShop, Symfony e tanti altri, la maggior parte di questi CMS o Framework sono rilasciati con una licenza libera. PHP licence, Apache license, Mit, GPL o LGPL sono solo alcune delle licenze che si possono incrociare. Questo porta ad avere tante community che ci lavorano, quindi ogni giorno vengono creati contenuti o codice sul linguaggio di programmazione PHP.

Sia che una di queste tecnologie rilasciate sotto licenza libera sposi la filosofia Cattedrale o Bazaar, questi progetti rispettano le 4 liberà fondamentali. Vorrei precisare le due libertà che il PHP secondo me valorizza di più, ovvero la libertà di studio e di miglioramento.

Libertà 1: Libertà di studiare

Molto spesso, dietro a questi progetti, ci sono molti anni di sviluppo. Avere a portata di mano i sorgenti di piattaforme stabili così utilizzate sono una fantastica fonte di formazione.

Pensiamo ai progetti:

  • WordPress: nato nel 2003;
  • Magento: nato nel 2008;
  • Symfony: nato nel 2005.

Abbiamo a disposizione Software con 10 anni di vita o più, a nostra disposizione per studiare, capire e testare.

Libertà 3: Libertà di migliorare

Non solo migliorare ma anche semplicemente modificare. Pensiamo a WordPress, il CMS più installato, viene utilizzato dalle più disparate professionalità e dai più larghi livelli di esperienza. Possiamo trovare siti web realizzati semplicemente installando il CMS ed un tema oppure chi invece crea dei veri e propri fork del progetto e lo riadatta per le proprie esigenze.

In ogni caso, sia che si tratti di aggiungere una classe ad un elemento del template o l’aggiunta di una nuova funzionalità, la libertà 3 del Software Libero ci permette di poterlo fare in totale libertà anche grazie al PHP e il livello di scalabilità che regala a questi progetti.

Le Community online

Le community, derivano dal punto precedente. Essendoci tanti progetti in PHP ed i più famosi con licenze libere sono nate tantissime comunità online.

Ci sono tante tipologie di comunità, tra quelle che possiamo trovare ci sono:

  • Community di Developer;
  • Siti di supporto o aiuto, vedi StackOverflow;
  • I gruppi reddit;
  • I gruppi Facebook;
  • Le cerchie di Google;
  • I gruppi su Twitter.

JavaScript, e gli altri vicini di casa

Come già detto, il PHP è un linguaggio lato server. Per rendere completo un progetto in PHP, nella maggior parte dei casi ha bisogno di essere usato accanto ad altri linguaggi.

Quindi è normale vedere il PHP accanto ad altri linguaggi, di programmazione o no. Vediamo alcuni esempi:

  • Html;
  • CSS;
  • Javascript;
  • MySql.

Nei progetti, realizzati in PHP, quindi troviamo tutto il potenziale e le librerie di questi altri. Se parliamo di JavaScript quindi possiamo pensare anche ai vari jQuery, Bootstrap, React, Angular o tutte le altre librerie.

Ho detto molte cose, ma in pratica?

In pratica il linguaggio di programmazione PHP è una tecnologia “alla mano”. Questo linguaggio permette anche a chi è alle prime armi di idealizzare e pubblicare un proprio lavoro. Pensiamo a WordPress, con tutti i suoi Pro e i suoi Contro, ha permesso a chiunque di installare in pochi click un sito internet. Se consideriamo PrestaShop, sempre con un livello di difficoltà molto basso si può mettere online un sito di e-commerce.

Si, molto spesso ci troviamo davanti siti mediocri o pessimi, ma anche questa è una particolarità del linguaggio di programmazione PHP.

Credo che il PHP, grazie anche al fatto che riesca ad abbracciare una fascia così elevata di utilizzatori rimarrà per molto tempo uno dei linguaggi di largo utilizzo.

Il PHP per me

Per quanto mi riguarda il PHP per me è un punto fermo da quasi 6 anni. Con questo linguaggio riesco ad affacciarmi a diversi tipologie di siti, manuali e guide. Nel mondo Startup ho ricevuto forti riscontri e un forte aiuto, anche grazie all’uso di CMS e Framework o alle comunità online.

Ho trovato grandi soddisfazioni dal PHP sia nel lavoro che negli hobby.

Tra i diversi progetti mi sono trovato davanti ci sono siti web, piattaforme, chat bot e piccole web apps. Ho lavorato sia da solo che in team con sistemi di subversion. Reputo che sia un linguaggio versatile e potente. Stiamo parlando di programmazione e non religione, quindi OVVIAMENTE il PHP, non è il linguaggio di programmazione perfetto. Il linguaggio di programmazione perfetto non esiste.

Credo che il linguaggio di programmazione PHP, sia un buon strumento, spesso ci possiamo trovare davanti del buon codice, altre volte del codice un po’ osceno, ma il mondo PHP è bello perché è vario, è pieno di progetti interessanti e tante occasioni professionali o formativo.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora non perdiamoci di vista :)

Grazie della visita, spero che gli articoli ti siano piaciuti. Per non perderci di vista ho pensato che una newsletter poteva fare al caso nostro.

Ti aspetto!

Potrebbero interessarti